GIOCO D’AZZARDO E COVID-19: UNA RIFLESSIONE DI MAURIZIO FIASCO

日本同志videoletvMaurizio Fiasco, fra i massimi esperti italiani di problematiche connesse al gioco d’azzardo, propone un’interessante riflessione sugli 日本同志videoletv. Giustamente Fiasco constata come la pandemia abbia rappresentato un evento di portata epocale anche per l’industria dell’azzardo, provocando un sostanziale blocco di una delle industrie con i maggiori tassi di crescita negli ultimi vent’anni. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, DISTURBO DA GIOCO D'AZZARDO, NORMATIVA|23 letture

I COSTI UMANI DELLA REPRESSIONE: CARCERE E DPR 309/90

日本同志videoletvL’XI edizione del Libro Bianco sulle Droghe, a cura di Forum Droghe, dedica molto spazio all’analisi degli effetti sociali della legislazione antidroga. I dati del 2019 sui procedimenti penali e sulle carcerazioni per reati legati allo spaccio di sostanze, sulla percentuale di soggetti tossicodipendenti in carcere sono molti alti. Nel complesso, dal punto di vista repressivo, la legislazione antidroga italiana “funziona”, ma a quale prezzo, con quali conseguenze? Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, CARCERE, COCAINA, NORMATIVA, OPPIACEI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE|27 letture

XI EDIZIONE DEL LIBRO BIANCO SULLE DROGHE: ALCUNE ANTICIPAZIONI

In attesa della presentazione online di oggi, prevista dalle ore 15, dell’XI edizione del Libro Bianco sulle Droghe, a cura di Forum Droghe, riportiamo alcune anticipazioni dei contenuti della pubblicazione. “ll rapporto oltre a contenere i dati (2019) relativi agli effetti della war on drugs sul sistema penale e penitenziario italiano presenta un focus sulle conseguenze della crisi COVID-19 su carcere e consumi. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, CARCERE, COVID-19, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE|58 letture

L’APPELLO FRANCESE SULLA CANNABIS

L’appello, pubblicato sulla rivista Obs, sottoscritto da una sessantina di parlamentari e da alcuni medici francesi spiega come sia necessario finire “con gli effetti controproducenti della politica proibizionista avviata dalla legge del 1970”. I firmatari sostengono di volersi “ispirare ad alcuni modelli stranieri, al fine di mettere in piedi una politica pubblica alla luce delle loro forze e delle loro debolezze”. “E’ più che mai necessario muoversi su delle basi oggettive”. “Soprattutto dopo che la crisi del Covid-19 ha posto il problema della dipendenza e del ruolo della cannabis in periodo di lockdown e di crisi sanitaria”. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE|69 letture

“RITIRATI MA NON TROPPO. UN AIUTO PER LE FAMIGLIE” – Progetto Istituto di ortofonologia (Ido)

“Ritirati, ma non troppo. Un aiuto per le famiglie”, un supporto online dedicato al fenomeno conosciuto con il termine giapponese “hikikomori”
L’emergenza coronavirus e il lockdown che ne è seguito ha aumentato il rischio che un maggior numero di adolescenti e giovani adulti non voglia più uscire di casa.
Il ritiro sociale che è espressione di un disagio che, tra l’altro, insorge in età sempre più precoce. ?Esistono sul territorio nazionale delle istituzioni che se ne occupano, come l’Istituto Minotauro a Milano o il Policlinico Gemelli di Roma, ma non esistono a oggi delle linee guida ufficiali su come poter aiutare efficacemente il ritirato sociale e la sua famiglia. Continua a leggere

Pubblicato in GIOVANI, HIKIKOMORI, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE|66 letture

PRESENTAZIONE ONLINE DELL’XI LIBRO BIANCO SULLE DROGHE

A causa delle restrizioni ancora in atto per la pandemia Covid-19, quest’anno l’undicesima edizione del Libro Bianco sulle Droghe, realizzata come di consueto da vari autori e con il supporto di importanti organizzazioni, si terrà a distanza, con una sessione online. Più precisamente, l’evento, per partecipare al quale è sufficiente registrarsi gratuitamente su questa piattaforma, si tiene venerdì 26 giugno dalle 15. Continua a leggere

Pubblicato in COVID-19, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, SOSTANZE PSICOATTIVE|98 letture

CARCERI NELLA FASE 2

L’istituzione carceraria ha come caratteristica un tempo di assimilazione particolare rispetto alle trasformazioni del mondo esterno, dettata soprattutto da esigenze contenitive (come, quando, chi recludere). Mentre le nostre città si orientano verso la normalizzazione delle interazioni economiche e sociali seguendo prassi contraddittorie di “convivenza con il virus”, il carcere è ancora fermo alla Fase 2. L’ultima disciplina risale al decreto legge n. 29 del 10 maggio, e dispone il ripristino dei colloqui in presenza con i familiari a partire dal 18 maggio, attraverso ingressi in “forma contingentata” (due colloqui al mese) la cui gestione è affidata alle direzioni degli istituti, di concerto con le autorità sanitarie.Continua a leggere

Pubblicato in CARCERE, COVID-19, NORMATIVA|68 letture

EVIDENZE SCIENTIFICHE DELLE LEGGI E DELLE POLITICHE ANTIDROGA IN ITALIA

Sul sito di Radio Radicale, è possibile ascoltare l’audio degli interventi ospitati al convegno “Evidenze scientifiche delle leggi e delle politiche antidroga in Italia”, tenutosi a Roma giovedì 18 giugno. Il Convegno è l’atto conclusivo del Progetto Eranid – IDPSO.

Molto numerosa ed eterogenea la lista degli ospiti e dei relatori:? Maria Antonietta Farina Coscioni (presidente dell’Istituto Luca Coscioni),Continua a leggere

Pubblicato in NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE, PREVENZIONE, SOSTANZE PSICOATTIVE|69 letture

SVIZZERA: LA CAMERA BASSA APPROVA PROGRAMMI SPERIMENTALI DI USO DI CANNABIS

Una legge che autorizza sperimentazioni dell’uso di cannabis è stata approvata nei giorni scorsi a livello federale in Svizzera. Non si tratta di una vera e propria approvazione alla legalizzazione della cannabis per motivi ricreativi, ma di un primo passo in tal senso, secondo alcuni rappresentanti politici. Continua a leggere

Pubblicato in CANNABIS, NORMATIVA, POLITICHE SOCIALI E SANITARIE|79 letture

NEUROCENTRISMO, CERVELLO E MENTE

Maurizio Coletti, psicoterapeuta e ricercatore, in un breve articolo per Fuoriluogo, riflette, prendendo spunto da una ricerca condotta in Veneto, su ciò che definisce l’egemonia “neurocentrista” nel campo delle dipendenze. Secondo Coletti tale approccio sarebbe fortemente riduzionista: privilegiare il cervello, e tralasciare la mente del soggetto dipendente, il suo vissuto, la sua storia, non permette di cogliere la complessità dietro a ogni storia di dipendenza da sostanze e senza sostanze. “(…) quello che lascia stupiti è il messaggio sottostante: le “dipendenze” sono malfunzionamenti unicamente cerebrali. Continua a leggere

Pubblicato in DIPENDENZE COMPORTAMENTALI, SOSTANZE PSICOATTIVE|104 letture